Cambio alimentazione

Il buon senso è la regola principale

Modificare la dieta non è sempre facile e bisogna tener conto delle differenti caratteristiche delle singole razze, dell’età e dalle diverse sensibilità di ogni singolo animale. Per questo motivo non abbiamo una «ricetta universale» ma dei consigli per cercare di evitare eventuali possibili effetti collaterali, come ad esempio feci meno voluminose o diarree, anche se queste reazioni sono segnali positivi che confermano il cambiamento del metabolismo.

 

Cambiamento della dieta del cane

È opportuno che il passaggio alla nuova alimentazione fresca, salutare e adatta alla specie non sia repentino. Durante le prime 2-4 settimane, si consiglia di somministrare soltanto 2 varietà, ciascuna delle quali per un periodo di 4 giorni. Mescolare la vecchia alimentazione con la nuova e l’aggiunta di patate lesse con buccia e senza sale (meglio se patate dolci), dà un senso alla nuova dieta:

GiornoPatate lessenaVitaVecchio
1. + 2. 40% 15% 45%
3. + 4. 40% 30% 30%
5. + 6. 40% 45% 15%
7. + 8. 40% 60% 0%
9. - 14. Ridurre le patate dal 40% al 10% e aumentare naVita dal 60% al 90%

Qualora il cane soffrisse ugualmente di diarrea, si consiglia di non dargli assolutamente nulla da mangiare per 24 (max. 36) ore, ma di dargli solo esclusivamente acqua da bere. Durante il cambiamento di dieta, si prega di non dare assolutamente nient’altro da mangiare (dolci, compresse, preparati, carbone, insaccati, prosciutto, ecc.). Se il cane la gradisce, può essere utile anche una mezza banana o una banana intera. Il nostro Darm-Sana o naVita herbs 4 è anche una soluzione. Per il passaggio all’alimentazione secca di naVita, bisogna tener conto che il fabbisogno del cane è minore della dieta precedente. Consultare i consigli dati dei prodotti, oppure rivolgetevi al vostro consulente responsabile per ulteriori informazioni.

Cambiamento della dieta del gatto

Generalmente, per i gatti il cambiamento di dieta non crea problemi di diarrea. Ciò nonostante, anche con i gatti si consiglia una dieta mista con vecchia alimentazione e naVita, ma senza patate lesse. In questo caso, l'alimentazione mista serve più che altro perché il gatto accetti la nuova. Dato che naVita offre una vasta gamma di mangimi umidi, vi consigliamo di provare anche gli altri menu di naVita. Un gatto che mangia con appetito il suo mangime, non è solamente un gatto felice ma anche un gatto sano.

GiornonaVitaVecchio
1. 1/4 3/4
2. + 3. 1/2 1/2
4. 3/4 1/4
5. 100% naVita

Visto che i gatti sono molto legati alle loro vecchie abitudini, spesso rifiutano la nuova alimentazione. All'inizio, date naVita al gatto sotto forma di bocconcini dal tavolo, così stuzzicherete la sua curiosità. Acquistate una ciotola nuova oppure utilizzate un altro piatto. Cambiate leggermente l'ora del pasto (di 1 ora). Intiepidite un poco il cibo oppure aggiungete dell'acqua calda. Sminuzzate il cibo fino a ridurlo ad una pappa fine. Posizionate sempre il cibo e l'acqua ad almeno 2 metri di distanza l'uno dall'altra. Introducete degli orari fissi per i pasti (2-3 volte al giorno). Se il gatto non ha mangiato, non lasciate il cibo nella ciotola, ma portatelo via in modo che il micio, a lungo andare, non vada a prendersi dei bocconcini di nascosto. Tenete sempre a portata di mano del cibo fresco che non sia troppo freddo. Il cibo che non è stato mangiato va tolto dalla scatoletta e trasferito in un contenitore ermetico (conservare max. 1 giorno). Non conservatelo in frigorifero, è sufficiente un luogo fresco (scale della cantina / dispensa). Cospargete un cucchiaino di naVita herbs 4 sul cibo. Eliminate del tutto l'alimentazione secca e, in un primo momento, rinunciate anche alle leccornie. Siate perseveranti, il vostro gatto non morirà di fame se per alcune ore o persino 1-2 giorni non vorrà mangiare.

 

Se avete un cane o un gatto dovete sapere che l’alimentazione naVita comprende dei prodotti di alta qualità con molta carne fresca che fornisce molte energie. Non vi meravigliate se il vostro animale improvvisamente necessita di meno cibo. All’inizio potrebbe accadere che il vostro animale voglia ancora di più. Questo potrebbe significare che l’animale abbia delle necessità di ricupero o semplicemente abbia piacere alla nuova alimentazione. Perciò fate attenzione che il vostro amico a quattro zampe non venga alimentato eccessivamente.

Il passaggio ad un’alimentazione sana e naturale porta automaticamente a un processo di adattamento, rispettivamente di «depurazione», che per esempio si può manifestare con feci meno voluminose per un breve tempo. Questo tuttavia è un buon segno e indica che il corpo sta reagendo al cibo ricco di sostanze nutritive e bilanciato di naVita.

Il team Nutrivita.ch augura tanta gioia e un "buon appetito" sia a voi che al vostro amico a quattro zampe!